Lesezeit ca. 3 Min.

Al supermercato


Logo von Adesso
Adesso - epaper ⋅ Ausgabe 11/2021 vom 22.09.2021

PAGINE FACILI

Artikelbild für den Artikel "Al supermercato" aus der Ausgabe 11/2021 von Adesso. Dieses epaper sofort kaufen oder online lesen mit der Zeitschriften-Flatrate United Kiosk NEWS.

Bildquelle: Adesso, Ausgabe 11/2021

1 il distributore di numerini/ l’eliminacode

2 il numero per la coda

3 il reparto panetteria

4 i prodotti da forno

5 il bancone

6 l’addetta al reparto

7 il reparto salumeria

8 il cliente

9 il carrello

10 le corsie del supermercato

11 gli scaffali

12 la merce

13 il nastro trasportatore

14 il cestino

15 la spesa

16 la cassiera

17 il registratore di cassa

18 il sacchetto di carta

L’AUTORE MARCO MONTEMARANO

Dozent für Italienisch, Übersetzer, Sprecher, lebt in Deutschland (München) seit über 20 Jahren.

Seit 1996 schreibt er die Pagine facili. ...

Weiterlesen
epaper-Einzelheft 9,99€
NEWS Jetzt gratis testen
Bereits gekauft?Anmelden & Lesen
Leseprobe: Abdruck mit freundlicher Genehmigung von Adesso. Alle Rechte vorbehalten.
Lesen Sie jetzt diesen Artikel und viele weitere spannende Reportagen, Interviews, Hintergrundberichte, Kommentare und mehr aus über 1000 Magazinen und Zeitungen. Mit der Zeitschriften-Flatrate NEWS von United Kiosk können Sie nicht nur in den aktuellen Ausgaben, sondern auch in Sonderheften und im umfassenden Archiv der Titel stöbern und nach Ihren Themen und Interessensgebieten suchen. Neben der großen Auswahl und dem einfachen Zugriff auf das aktuelle Wissen der Welt profitieren Sie unter anderem von diesen fünf Vorteilen:

  • Schwerpunkt auf deutschsprachige Magazine
  • Papier sparen & Umwelt schonen
  • Nur bei uns: Leselisten (wie Playlists)
  • Zertifizierte Sicherheit
  • Freundlicher Service
Erfahren Sie hier mehr über United Kiosk NEWS.

Mehr aus dieser Ausgabe

Titelbild der Ausgabe 11/2021 von Gli italiani e lo sport. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
Gli italiani e lo sport
Titelbild der Ausgabe 11/2021 von Il più lungo del mondo. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
Il più lungo del mondo
Titelbild der Ausgabe 11/2021 von PERCHÉ UN LIBRO PUÒ CHIAMARSI TASCABILE?. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
PERCHÉ UN LIBRO PUÒ CHIAMARSI TASCABILE?
Mehr Lesetipps
Blättern im Magazin
I NOSTRI CONSIGLI
Vorheriger Artikel
I NOSTRI CONSIGLI
Quando si usa sebbene e quando benché?
Nächster Artikel
Quando si usa sebbene e quando benché?
Mehr Lesetipps

...

Quasi tutti, oggi, facciamo la spesa al supermercato. I vecchi negozi di alimentari ormai sono quasi scomparsi ed è molto comodo trovare tutto quello che ci serve in un solo luogo. Entriamo dalle porte automatiche, prendiamo un carrello e iniziamo il nostro solito giro. Prima c’è il reparto verdure. Alcune persone, quando passano di qua, provano un senso di colpa alla vista di broccoli, zucchine e spinaci. Forse mangiamo poca verdura? Forse la nostra alimentazione non è bilanciata? Andiamo avanti. Dagli scaffali le confezioni di prodotti di tutti i tipi ci invitano a comprare, comprare, comprare anche quello che non ci serve. Sono rosse, gialle, blu e hanno nomi molto belli. In uno dei corridoi vediamo confezioni di biscotti di tutti i tipi e per tutti i gusti. In un altro ci sono i prodotti per l’igiene personale, con i loro flaconi variopinti. Poi i cibi in scatola. In ognuno di questi corridoi prendiamo una confezione, poi ci sembra poco, ne prendiamo un’altra. Infine facciamo una lunga sosta nel reparto dei vini. Incredibile quanto è cresciuto negli ultimi anni. Oggi anche in un supermercato è possibile comprare vini di alta qualità, e non solo italiani. Ci sono vini francesi, australiani, cileni. Prendiamo una bella bottiglia di rosso per il risotto che cucineremo stasera. Il nostro carrello è pienissimo. Andiamo verso le casse e ci mettiamo in fila. Tiriamo fuori il telefono dalla tasca e iniziamo a rispondere ai messaggi che sono arrivati nell’ultima mezz’ora.

Oggi ti racconto...

Sei abbonato a ADESSO AUDIO? Prima di leggere il racconto, ascoltalo e rispondi alle domande.

IO E LA MOLE

AUDIO Sono una figlia della Mole. Vi spiego. Nel quartiere di Torino in cui sono cresciuta, che si chiama Vanchiglia, la Mole Antonelliana era sempre presente. La vedevi quasi da ogni strada, con la sua punta incredibile. E anche dalla cameretta della mia infanzia, se guardavo fuori dalla finestra, era sempre lì. Oggi sulla sua cupola c’è un’installazione con una serie di numeri rossi, chiamata la “serie di Fibonacci”, che era un matematico medievale. Ma a quell’epoca non c’era nulla. Io ne vedevo la parte più alta, che mi sembrava un dito puntato al cielo. All’università ho deciso di iscrivermi alla facoltà di Fisica, forse perché quell’edificio mi è sempre sembrato una sfida alle leggi della fisica. Quando ero stanca di studiare chiudevo i libri e andavo alla Mole. Prendevo l’ascensore panoramico e andavo fino alla cima, a godermi la vista a trecentosessanta gradi su Torino, sul Po, sulle campagne intorno fino alle Alpi. Oggi sono professoressa di Fisica delle particelle e ho una cattedra proprio nella mia Torino. Ma in passato ho vissuto a Ginevra ea New York. Tornare nella mia città per me voleva dire ogni volta cercare la Mole. Anche dal finestrino dell’aereo, quando partivo o tornavo, cercavo sempre la sua cupola. E quando ho conosciuto quello che oggi è mio marito l’ho portato su in cima, a guardare il panorama che amo di più. È lì che lui mi ha fatto la sua proposta di matrimonio.