Lesezeit ca. 5 Min.

Tar visio E LA VAL CANALE


Logo von Adesso
Adesso - epaper ⋅ Ausgabe 3/2022 vom 23.02.2022

LE GUIDE DI ADESSO

DIFFICILE

Ho sempre ammirato, della lingua tedesca, la possibilità di includere un intero universo in una parola sola. Dreiländereck. Non c’è modo migliore per descrivere questo angolo di Friuli a due passi da Austria e Slovenia. Tarvisio e la Val Canale, in provincia di Udine, sono terre di confine, ma di un confine che è solo sulla carta geografica. Nella realtà e nella vita di ogni giorno, quel confine è qualcosa di molto vago. Qui vivono “italiani” molto particolari, frutto di intrecci complicatissimi fatti di bisnonni austriaci sposati con bisnonne ungheresi, nonne slovene che hanno sposato italiani, in un abbraccio di tradizioni e culture che si ritrovano in ogni cosa, nella lingua come in cucina, dove le “differenze” sono l’ingrediente segreto di ogni piatto. Per molti questo è solo un luogo di passaggio sulla strada che porta al mare, ma basta fermarsi in queste ...

Artikelbild für den Artikel "Tar visio E LA VAL CANALE" aus der Ausgabe 3/2022 von Adesso. Dieses epaper sofort kaufen oder online lesen mit der Zeitschriften-Flatrate United Kiosk NEWS.

Bildquelle: Adesso, Ausgabe 3/2022

Weiterlesen
epaper-Einzelheft 9,99€
NEWS Jetzt gratis testen
Bereits gekauft?Anmelden & Lesen
Leseprobe: Abdruck mit freundlicher Genehmigung von Adesso. Alle Rechte vorbehalten.
Lesen Sie jetzt diesen Artikel und viele weitere spannende Reportagen, Interviews, Hintergrundberichte, Kommentare und mehr aus über 1000 Magazinen und Zeitungen. Mit der Zeitschriften-Flatrate NEWS von United Kiosk können Sie nicht nur in den aktuellen Ausgaben, sondern auch in Sonderheften und im umfassenden Archiv der Titel stöbern und nach Ihren Themen und Interessensgebieten suchen. Neben der großen Auswahl und dem einfachen Zugriff auf das aktuelle Wissen der Welt profitieren Sie unter anderem von diesen fünf Vorteilen:

  • Schwerpunkt auf deutschsprachige Magazine
  • Papier sparen & Umwelt schonen
  • Nur bei uns: Leselisten (wie Playlists)
  • Zertifizierte Sicherheit
  • Freundlicher Service
Erfahren Sie hier mehr über United Kiosk NEWS.

Mehr aus dieser Ausgabe

Titelbild der Ausgabe 3/2022 von Care lettrici, cari lettori,. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
Care lettrici, cari lettori,
Titelbild der Ausgabe 3/2022 von Le parole del mese. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
Le parole del mese
Titelbild der Ausgabe 3/2022 von 225. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
225
Titelbild der Ausgabe 3/2022 von Baciatevi, per favore!. Zeitschriften als Abo oder epaper bei United Kiosk online kaufen.
Baciatevi, per favore!
Mehr Lesetipps
Blättern im Magazin
Commissari italiani in giallo
Vorheriger Artikel
Commissari italiani in giallo
FARE DI NECESSITÀ VIRTÙ
Nächster Artikel
FARE DI NECESSITÀ VIRTÙ
Mehr Lesetipps

... valli – tra le – per scoprire un luogo di straordinaria ricchezza e bellezza paesaggistica, natura incontaminata fatta di montagne, specchi d’acqua e boschi millenari, abitati dalle più varie specie animali, sotto un cielo in cui può capitare di ammirare il volo elegante e maestoso dell’aquila. Paesaggi da scoprire e vivere nel modo che più ci piace, a piedi, in bicicletta o, in inverno, con le ciaspole o gli sci, per una vera immersione totale nella natura. Fuori da queste valli, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Oltre a scoprirete piccoli gioielli come o luoghi incantevoli come la regione del con le sue colline ricoperte di vigneti, i borghi ei castelli.

1 ALPE ADRIA: LAGHI DI FUSINE

È una bella mattina, né fredda né calda, l’ideale per un’escursione in bicicletta su una delle ciclovie più amate dagli appassionati: la Alpe Adria, lunga 415 chilometri, che da Salisburgo porta a Grado. Noi ne percorreremo solo un tratto, quello che da Tarvisio, invece di andare verso il confine austriaco, prosegue verso il confine sloveno, per poi deviare a un certo punto verso i Laghi di Fusine. La pista percorre la vecchia linea ferroviaria ed è strano passare davanti alla stazione guardandola dal punto di vista del treno. Superato il ponte sul torrente Slizza, sospeso a 60 metri di altezza, giunti a un bivio proseguiamo verso i Laghi di Fusine. La strada si inoltra nel bosco ea un tratto diventa un sentiero sterrato. Una salita ci fa bruciare le gambe, ma a togliere il fiato non saranno alla fine le pedalate, bensì la vista del Lago Superiore, in cui il Monte Mangart si specchia dall’alto dei suoi quasi 2.700 metri. Ci troviamo in una specie di conca di origine glaciale, circondati dai boschi e dalle montagne. Dopo esserci ristorati, proseguiamo verso il Lago Inferiore e da lì riprendiamo la via del ritorno alla volta di Tarvisio. Una curiosità, nonostante si trovi a soli 900 metri d’altitudine, questo è uno dei luoghi più freddi d’Italia, con temperature che possono superare i 30 gradi sottozero.

I Laghi di Fusine sono formati dal Lago Superiore (nella foto) e dal Lago Inferiore. Si trovano nei pressi di Tarvisio.

2 Sui sentieri della storia e… della musica

“Quella di Tarvisio, con i suoi 24.000 ettari, 15.000 dei quali ricoperti da boschi produttivi, è la più grande foresta demaniale d’Italia. La sua lunga storia riporta all’anno 1007, quando l’imperatore Enrico II la dona al vescovo di Bamberga. Nel 1919, con il passaggio del Friuli all’Italia, entra a far parte del demanio”, mi dice Davide Tonazzi, storico, ideatore e “manutentore”, come tiene a sottolineare, del Parco tematico della Grande Guerra “Abschnitt Saisera”. Stiamo attraversando il letto asciutto del torrente Saisera per immergerci nel silenzio del bosco, a pochissimi chilometri da Tarvisio, nel comune di Malborghetto Valbruna, nel cuore della Val Saisera. Qui passava la linea del fronte. “Vedi? Gli italiani si trovavano tutt’intorno, sulle montagne. Qui sotto, nella valle, c’erano gli austro-ungarici, che poi, spesso, erano italiani anche loro, magari della stessa zona. È capitato a un gruppo di soldati italiani, operai di una segheria, che, dopo un assalto, si sono trovati davanti il loro datore di lavoro in uniforme da ufficiale austriaco… come pensi che sia finita?” Cammino nel bosco in silenzio, ripensando a queste storie. Un solco nel terreno mi dice che qui c’era una trincea. Ecco una postazione di vedetta. Più in là, ai piedi di una parete rocciosa, una scala di legno porta fino all’ingresso di una galleria scavata dai soldati. Uscendo dal circuito del Parco della Grande Guerra, incrociamo il sentiero che conduce a un posto davvero speciale, che qui chiamano “Bosco di risonanza”. Lo percorriamo finché una roccia a forma di piramide, su cui è stata appesa una chitarra, ci avverte che siamo arrivati. “Qui cresce un abete rosso molto speciale, diverso da quello comune, perfetto per la costruzione di strumenti musicali. È un tipo di legno richiesto dai liutai di tutto il mondo”. Ecco spiegato il nome del posto. Mi sdraio su una roccia e lascio che lo sguardo corra lungo il tronco degli abeti fino al cielo. Tutto intorno, solo la melodia muta del bosco.

3 DA NON PERDERE

Ogni anno il “Bosco di risonanza” ospita il Risonanze Festival, quattro giorni di concerti, spettacoli teatrali, mostre e passeggiate guidate alla scoperta della foresta.

L’edizione del 2022 si svolgerà dal 16 al 19 giugno. www. risonanzefestival. com

4 PUANINA TOUR

A pochi chilometri da Tarvisio, verso ovest, si trova il paesino di Ugovizza. Partono da qui i sentieri per il Puanina Tour. Non si tratta di un “semplice” circuito di trekking, ma di un vero e proprio tour delle malghe locali. Puanina è il termine che qui si usa per dire “alpeggio”. Insomma, quando si dice il “sapore” della fatica. Il giro completo è lungo circa 18 chilometri, ma non è particolarmente impegnativo. A ogni tappa, ad attenderci, un paesaggio incantevole, ma anche i piatti tradizionali a base di prodotti a chilometro zero: carni biologiche, erbe aromatiche, dolci casalinghi e, in particolare, formaggi, a cominciare dall’ottimo Montasio del caseificio di Ugovizza.

Il Montasio è uno dei formaggi di punta del caseificio di Ugovizza. Qui: Kristin con la mucca Bianca.

5 TARVISIO A TAVOLA

La cucina locale è il frutto del felice incontro di tre culture, anzi quattro, se consideriamo anche quella friulana. I piatti sono carichi di gusto, come devono essere quelli di montagna; piatti in cui il dolce spesso si sposa con il salato e in cui erbe e formaggi sono spesso protagonisti. Un tempo, dopo la preparazione dei salumi, invece di gettare gli avanzi, li si conservava per riutilizzarli. Sono nati così prodotti come la sasaka, che qui chiamano “lo spuntino del boscaiolo”. Si tratta di un impasto di lardo e pancetta da spalmare sul pane di segale: una vera bomba di sapore. Altra specialità da provare sono i cjarsons (troverete il nome scritto in mille modi, ma il sapore non cambia). È un tipo di pasta ripiena, ma è difficile, anzi, impossibile dire di cosa: a quanto pare il ripieno è un segreto che ogni famiglia e ogni cuoco di ristorante custodisce per sé. Di sicuro dentro c’è sia il dolce che il salato e il condimento, almeno di quelli che ho mangiato io, è piuttosto semplice: burro e una spolverata di ricotta affumicata.

MANGIARE

CANTINA DI EPICURO Via Priesnig 72, Tarvisio (UD) +39 389 6871005

AGRITURISMO PRATI OITZINGER Località Prati Oitzinger, Tarvisio (UD) +39 0428 60224

CASEIFICIO DI UGOVIZZA Via Pontebbana 24, Ugovizza-Malborghetto (UD) +39 0428 64942

DORMIRE

HOTEL IL CERVO www.hotelilcervo.comVia Priesnig 72, Tarvisio (UD)

HOTEL SAISERA www.hotelsaisera.comVia Alpi Giulie 38, Malborghetto-Valbruna (UD)

MALGA PRIU Ugovizza, +39 333 4475021 Si può dormire immersi nella natura, nelle casette sull’albero a forma di pigna (foto).